Gamberoni, una specialità gastronomica tipica dell'Australia

Gamberoni

Nel 1984 la Australian Tourism Commission (Commissione per il Turismo Australiano) lanciò uno spot pubblicitario con il comico e attore Paul Hogan, che pochi anni dopo sarebbe diventato famoso nel ruolo di Crocodile Dundee. Nella pubblicità, che aveva l’obiettivo di incoraggiare il turismo proveniente dagli Stati Uniti, Hogan era di fronte a un barbecue con la famosa Sydney Opera House sullo sfondo. Con un gambero enorme in mano guardava in camera e diceva: “Venite a trovarci, metterò sul barbecue qualche gambero in più per voi”.

Lo spot ebbe un successo enorme: prima della sua messa in onda l’Australia si trovava al settantottesimo posto nella lista delle mete turistiche preferite dagli americani, mentre subito dopo raggiunse dapprima la top ten e poi i primi due gradini del podio. La pubblicità consolidò anche l’immagine degli australiani come amanti non solo del barbecue, ma anche dei gamberoni, in particolare se grigliati all’aperto.

Attualmente gli australiani mangiano all’anno in media 25 chili di pesce e frutti di mare a persona e il gamberone, che in Australia chiamano “prawn”, è uno dei capisaldi delle pescherie del Paese. Questi gamberoni sono molto più grandi dei gamberetti, ciononostante gli Americani utilizzano il termine “shrimp” (gamberetto) per indicare il gamberone, ed è per questo motivo che Hogan nello spot usa questo termine al posto di quello corretto.

A Natale, che in Australia cade in piena estate, il tacchino e le decorazioni lasciano il posto a pesce, frutti di mare e gamberoni. Durante la settimana di Natale la vendita di gamberoni raggiunge il suo picco massimo: ne vengono venduti talmente tanti da eguagliare le vendite di giugno e luglio insieme. Secondo la Australian Prawn Farmers Association (Associazione australiana degli allevatori di gamberoni) delle 15.000 tonnellate di gamberoni prodotti e consumati in Australia, ben 6 mila sono vendute solo nel periodo natalizio.

Nonostante i gamberoni siano allevati nel Nuovo Galles del Sud e nel Queensland e importati dall’Asia, il gambero pescato in natura è quello più apprezzato. Le specie principali sono quattro: King, Tiger, Banana ed Endeavour.

Il gambero King, o reale, si trova lungo tutta la costa australiana e può avere diverse dimensioni: a differenza di quanto suggerisce il nome, non tutti gli esemplari sono enormi. Questi gamberi spesso assumono il nome locale della zona in cui vengono pescati, come Mooloolaba Kings, Hay Point Kings e Spencer Gulf Kings.

Il gambero Tiger, o tigre, è invece caratterizzato da strisce grigie, blu o nere ed è sia pescato in natura sia allevato. I gamberi di questo tipo sono dunque particolarmente versatili e affidabili, in quanto sempre disponibili. I ristoranti e gli hotel utilizzano spesso questa specie di gamberi per il loro aspetto particolare, perfetto per creare composizioni di frutti di mare veramente spettacolari. Solitamente i gamberi Tiger pesano dai 35 ai 50 grammi e vengono serviti interi immersi nella maionese o nella salsa aioli, oppure come gamberi all’aglio.

Il gambero Banana ha un sapore più delicato rispetto al King e al Tiger ed è anche meno costoso. Disponibile tutto l’anno perché viene sia pescato in natura che allevato, è particolarmente amato per la sua capacità di mantenere la forma durante la cottura e si addice ai piatti più leggeri e delicati.

Infine il gambero Endeavour ha un sapore dolce e caratteristico. Nonostante questo crostaceo non sia particolarmente bello a vedersi (nell’universo dei gamberi, non in sé) e sia tendenzialmente piccolo, tra i 22 e i 30 grammi, da un’indagine condotta nel febbraio 2007 è risultato essere il preferito. Il gambero Endeavour si trova nelle acque più calde, nel nord dell’Australia, e si sposa bene con piatti dal sapore più forte e speziato. Inoltre gli umili gamberoni sono considerati una specie di superfood ittico. In soli 100 grammi di gambero Tiger da allevamento c’è una quantità di omega 3 pari a quella contenuta in 1.000 grammi di petto di pollo. Naturalmente il gamberone è anche entrato a far parte dello slang nazionale. Già nel 1893 “prawn” era sinonimo di “stupido” ed era utilizzato in una frase idiomatica: “Don’t come the raw prawn with me”, letteralmente “non prendermi per un gamberone crudo”, che significa “non prendermi per stupido”.

Come direbbe Paul Hogan: il gamberone è sempre meglio grigliato.

Altri viaggi

Una galleria di sapori

Ti suggeriamo anche
X